Non soffrire dal dentista

È scientificamente dimostrato: con la sedazione cosciente, è possibile curare i tuoi denti senza alcuna sofferenza, riducendo il numero di appuntamenti e i costi finali.

La completa eliminazione del dolore, dello stress e dell’ansia è realizzabile, sia durante che dopo le cure dentistiche.

Il problema

I pazienti che hanno molta paura o che facilmente provano dolore dal dentista spesso hanno difficoltà a trovare una risposta adeguata e pienamente soddisfacente ai loro problemi.
è per questo che molti pazienti ansiosi, impauriti dal dentista, e a volte con vere e proprie fobie (odontofobia) non riuscendo a trovare un’adeguata soluzione alle loro paure (psicologiche) e/o alla loro elevata sensibilità al dolore (dolore fisico reale) tendono a rimandare le cure con l’unico risultato di peggiorare il loro stato di salute e di trovarsi negli anni ad affrontare cure più complesse e quindi a spendere di più.

Come risolvere?

Adottando delle tecniche sicure e consolidate, utilizzate da sempre in molte branche della medicina, per ridurre drasticamente o eliminare completamente il dolore e la paura.

Queste tecniche includono la sedazione cosciente con protossido d’azoto (molto consigliato anche per i bambini – infermieristicapediatrica.it ) e/o uso di ansiolitici come le normali benzodiazepine (ad esempio il Valium) che consentono di ridurre notevolmente la paura, l’ansia e lo stress correlato alle cure dal dentista.

Noi di SoloSorrisi utilizziamo tipicamente la comune anestesia locale eseguita direttamente dal dentista, ma quando necessario, consigliamo di eliminare il dolore, la paura, e lo stress grazie all’ausilio della sedazione cosciente.

Cosa è la Sedazione Cosciente ed a cosa serve.

La sedazione cosciente viene utilizzata per ridurre l’ansia, lo stress, il fastidio ed il dolore.

Tipi di sedazione

Esistono tre tipologie ben differenti di sedazione che si distinguono soprattutto in base al tipo di terapia di cui necessità il paziente e quindi della profondità di rilassamento e di relax desiderato.
La Sedazione cosciente (o vigile) è la più blanda e leggera ed è questa utilizzata in odontoiatria e nei centri SoloSorrisi.
Poi esiste la Sedazione profonda e l’anestesia generale. Queste due tecniche anestesiologiche “più importanti” raramente sono necessarie in odontoiatria e per questo non vengono utilizzati nei centri SoloSorrisi.

Sedazione cosciente in odontoiatria:

Per quanto riguarda la sedazione cosciente in odontoiatria esistono due diversi tecniche:

A) Sedazione cosciente mediante il protossido d’azoto o “gas esilarante”.

B) Sedazione cosciente con farmaci tranquillanti minori (le benzodiazepine).

A) Sedazione cosciente mediante il protossido d’azoto o “gas esilarante”.

Viene eseguita per mezzo di uno speciale apparecchio che eroga una miscela di azoto ed ossigeno e che il paziente respira semplicemente attraverso l’uso di una mascherina appoggiata sul naso. Poco dopo sopraggiunge un piacevole e rilassante stato di completo relax anche se il paziente rimane sempre sveglio e collaborante con il proprio dentista.

Si tratta di una tecnica conosciuta ed utilizzata da decenni e che in Italia si stà rapidamente diffondendo. Consiste in una miscela di Ossigeno e di Azoto (il cosiddetto gas esilarante) che determina un completo rilassamento ed una piacevole sensazione di relax e di leggera euforia.

Tale metodica determina ovviamente una riduzione della sensibilità e del dolore, ed una condizione di rilassamento durante tutta la durata della seduta dal dentista.L’effetto è quasi immediato: il paziente percepisce una piacevole sensazione di leggerezza e di completo benessere, pur rimanendo perfettamente cosciente. Le paure e le tensioni diminuiscono gradualmente, il tempo passa più rapidamente e si hanno piacevoli pensieri.
Quando necessario si può utilizzare in concomitanza la normale anestesia locale.

Quando la seduta è terminata si somministra ossigeno puro per qualche minuto fino a che l’effetto del gas scompare completamente, il paziente è in grado di lasciare lo studio dentistico da solo, in condizioni perfettamente normali ed è quindi in grado di guidare.

La sedazione cosciente con protossido d’azoto è un metodo assolutamente sicuro, in quanto non è tossico, non viene metabolizzato dall’organismo ma è completamente eliminato attraverso la respirazione e non causa allergie.
Questa tecnica è adatta a tutti i principali tipi di terapie odontoiatriche, come l’igiene, la cura delle carie (conservativa), la protesi, le cure canalari (endodonzia), le estrazioni, le terapie gengivali (chirurgia parodontale) e gli impianti nei casi più semplici.

Inoltre è particolarmente indicata ed adatta per i bambini (spesso spaventati dal dentista e quindi poco collaborativi), per pazienti che hanno il terrore della sedia del dentista (odontofobia) e per i portatori di handicap.

La sedazione cosciente con protossido d’azoto non è indicata nei primi 3 mesi di gravidanza, nei pazienti in cura con antidepressivi, nei tossicodipendenti, in caso di gravi malattie mentali. Al di là di queste eccezioni, la sedazione cosciente è una metodica fortemente consigliata in odontoiatria,sia per il paziente che può affrontare tranquillamente e serenamente tutte le terapie, sia per il dentista stesso che lavorando con un paziente rilassato e collaborativo può concentrarsi completamente alla cura del paziente ed alla buona riuscita del suo operato.

B) Sedazione cosciente con farmaci tranquillanti minori (le benzodiazepine).

Il secondo tipo di sedazione prevede la somministrazione di comuni tranquillanti o ansiolitici, normalmente utilizzati per il trattamento dell’ansia o dell’insonnia, come il diazepam (nome commerciale valium) o come il midazolam (nome commerciale Ansiolin, Diazepam) per mezzo di uno specialista anestesista.

Questo tipo di sedazione, assolutamente sicura per il paziente, in genere viene utilizzata nelle terapie più complesse (vedi Rimettere tutti i Denti in Giornata ), nei pazienti anziani o in quelli cardiopatici ,diabetici, ipertesi.

Un aspetto molto importante della sedazione cosciente con benzodiazepine è rappresentato dal fatto che la dose dei farmaci utilizzati può essere facilmente dosata e modulata dall’anestesista in base alle esigenze specifiche di ogni singolo paziente, in base cioè al suo effettivo stato di ansia, alla sua sensibilità al dolore, a seconda del tipo di terapie che necessita.
Il paziente viene sedato ma rimane comunque sveglio ed i grado di collaborare durante tutta la seduta. Ovviamente si può utilizzare in concomitanza la normale anestesia locale.

La sedazione cosciente con le benzodiazepine oltre a ridurre completamente la paura ed il dolore può indurre in taluni casi, un leggero effetto di amnesia relativo a quanto avvenuto durante la cura dentistica, rendendo ulteriormente meno “stressante” l’esperienza per il paziente da un punto di vista psicologico.

Le terapie avvengono senza che sia avvertito alcun dolore e il paziente al termine della cura ha l’unico inconveniente di non poter guidare, dopo l’intervento, un mezzo di trasporto.

Questo tipo di sedazione (blanda) potrebbe anche avvenire senza la presenza di un anestesista ma noi di SoloSorrisi scegliamo, nella maggior tutela del paziente, di lavorare in collaborazione con un anestesista esperto nel trattamento di pazienti odontoiatrici, questo ci consente di concentrarci completamente sul nostro lavoro e di ridurre quindi il tempo ed il numero delle sedute complessive.

Sicurezza

La presenza di uno specialista anestesista per tutta la durata della seduta garantisce la massima sicurezza per il paziente.

L’anestesista, tra tutti i medici, è sicuramente lo specialista che ha le migliori competenze e la massima esperienza e capacità per la valutazione, il controllo, il monitoraggio ed il ripristino dei parametri vitali e dello stato di salute generale del paziente.

La presenza di uno specialista anestesista che si occupa esclusivamente dello stato di salute generale del paziente e ne monitorizza costantemente tutti i paramentri vitali garantisce la massima sicurezza per il paziente e consente al dentista di lavorare in piena tranquillità e di concentrarsi esclusivamente sulle cure dentali.

L’anestesista è normalmente presente in tutti quegli interventi di implantologia o di cure complesse su molti denti, sia per i pazienti giovani che per quelli più delicati come gli anziani, i pazienti con problematiche fisiche di altra natura (come malattie cardiache, respiratorie ecc.).

Perchè tanta paura proprio del dentista?

Come mai quando si devono affrontare delle cure che riguardano una qualsiasi altra branca della medicina molto raramente si ha la stessa paura e senso di disagio che si prova dal dentista?

Probabilmente la ragione principale è legata al fatto che il dentista “opera” direttamente su una parte molto delicata e sensibile del nostro corpo, e spesso con il supporto di “arnesi” non certo “tranquilizzanti” per il paziente (pinze, trapani, bisturi, scalpelli ).

Inoltre, soprattutto per opera di falsi dentisti (i cosidetti “abusivi”), per curare un dente si poteva fare anche a meno di eseguire l’anestesia, oppure anche se l’anestesia non faceva completamente effetto, si procedeva lo stesso con il trapano. Magari il “dentista” ci diceva “ho quasi finito… basta resistere un po’…”.

Ma proprio a causa di questo modo di “operare” che molti pazienti sono rimasti traumatizzati e hanno perso fiducia dei dentisti e sulla possibilità di essere curare senza soffrire.

Cosa succede quando si ha paura del dentista?

  • La paura potenzia la sensazione dolorosa e determina ansia prima ancora si iniziare terapie. È quindi di fondamentale importanza, soprattutto con i bambini, eliminare dolore e paura fin dlle prime sedute dal dentista.
  • Alcune persone tendono a rimandare le cure con il risultato di peggiorare la salute dei propri denti e delle gengive.
  • Il forzato ritardo nell’ intervenire ove necessario può essere causa di un aumento delle terapie necessarie per risolvere il problema e un aumento dei relativi costi.
  • Il peggioramento della salute dentale può anche causare un peggioramento dei rapporti e delle relazioni sociali, provocati ad esempio dalla vergogna di mostrare il proprio sorriso o i propri denti.

Vantaggi della sedazione cosciente

I vantaggi principali per il paziente, e per il dentista, nell’utilizzo delle tecniche di sedazione cosciente sono:

Un minor numero di appuntamenti dal dentista.

Con la sedazione cosciente è finalmente possibile eseguire le terapie con un paziente rilassato, che non prova stress o dolore e che collabora attivamente con il dentista.

Ciò consente di poter ridurre notevolmente i tempi necessari per svolgere una terapia. In particolare, nei casi in cui si ripristinano alcuni o tutti i denti fissi su impianti in giornata, i vantaggi di risparmio di tempo e di costi sono molto significativi.

Anche il recupero nei giorni seguenti alle terapie odontoiatriche e/o chirurgiche è molto più rapido ed indolore rispetto alle terapie convenzionali eseguiti su più appuntamenti, così come il quantitativo degli analgesici e degli eventuali antibiotici è generalmente inferiore perchè assunti una sola volta.

Per chi è la sedazione cosciente?

  • per tutti i pazienti che devono affrontare terapie lunghe o laboriose come impianti multipli o cure su molti denti.

Inoltre la sedazione cosciente è particolarmente indicata per:

  • paurosi e stressati per cure dal dentista
  • chi non ha tempo di recarsi dal dentista per numerosi appuntamenti (e magari rinuncia a curarsi)
  • fobici
  • pazienti anziani
  • cardiopatici
  • diabetici
  • ipertesi

Questa tecnica viene utilizzate (e consigliata) in tutte quelle branche della medicina dove è preferibile evitare di soffrire nell’interesse del paziente e della buona (se non migliore) riuscita della terapia stessa.

prenota una visita gratuita

Prenota la tua visita gratuita, compila il modulo e verrai ricontattato da un nostro incaricato.

loading...